Come profumare la cucina

Vivere la casa

Consigli per scegliere e creare deodoranti naturali

In primavera, quando la natura si risveglia, i profumi dei fiori ci avvolgono.

Come coinvolgere anche la cucina in quest'ondata di buone essenze?

Semplice, scegliendo le fragranze giuste. Ecco come.

Qual è il profumo giusto in cucina?

L'olfatto è il senso che influenza più di tutti la sensazione di benessere o di fastidio.
Per questo è fondamentale che in casa, come in ogni luogo, gli odori siano sempre piacevoli.
Poiché per ogni ambiente esistono delle regole da tenere a mente, occorre ricordare che sala da pranzo e cucina devono principalmente invitare all'appetito.
In generale, in cucina il buon profumo è dato soprattutto dall'assenza di odori troppo forti.
Quindi, oltre a utilizzare sempre la cappa, la regola è non scegliere essenze forti, ma deodoranti assorbi-odori in grado di eliminare quelli più fastidiosi.

Deodoranti naturali per la cucina
Un altro consiglio utile è pulire la cucina con detergenti profumati, ma naturali. Questa pratica puoi aiutarti a rendere l'aria profumata in maniera delicata.
Puoi anche creare dei deodoranti naturali fai da te.
Ad esempio, l'acqua bollita con aceto, timo al limone e menta può diffondere un buon profumo in tutto l'ambiente.
Se invece ti serve un detergente deodorante per le superfici, puoi unire acqua, una buccia di limone, gocce di olio essenziale di cedro e di eucalipto, un po' di alcol rosa e un cucchiaio di bicarbonato.
Temi e prodotti correlati
Scopri altri articoli legati a queste tematiche e i prodotti di cui abbiamo scritto
Iscriviti alla newsletter
Vuoi ricevere direttamente al tuo indirizzo di posta elettronica newsletter sul mondo Scavolini?