Contenere negli spazi giusti

Progettazione

Qual è il modo più organizzato per sfruttare al meglio i vani della cucina?

E' possibile inserire all'interno della composizione una serie ampia e diversificata di comodissimi mobili-contenitori, capaci di risolvere brillantemente qualsiasi problema di stivaggio e di ordine. Fra quelli più pratici senza dubbio cassettoni e  cestelli estraibili inseriti nelle basi, nonché gli armadi, che costituiscono al giorno d'oggi l'alternativa più convincente alla vecchia dispensa. Ma può essere utile seguire alcune semplici norme di disposizione dei vari oggetti e focalizzare quali "specializzazioni" sia meglio attribuire ai diversi vani di contenimento, suddividendoli fra quelli più adatti rispettivamente per le stoviglie più voluminose, gli utensili più piccoli e gli alimenti.

Cassettoni, cestelli e armadi...

Per oggetti voluminosi

Le pentole sono fra gli utensili da cucina più ingombranti e pesanti ed il loro spostamento da una zona situata troppo in alto può creare qualche difficoltà. La cosa migliore rimane sistemarle in basso, nelle basi, che hanno una profondità maggiore rispetto ai pensili. All'interno di comodi ed ampi cestelli estraibili possono trovare posto anche le stoviglie più ingombranti e dalla forma particolare, come i piatti da portata, i vassoi, le teiere, ecc. Lo stesso principio è adottabile per quelli situati sotto il lavello che possono venir utilizzati per riporvi saponi, detersivi e spugne, ed anche per organizzare un sistema per la raccolta differenziata dei rifiuti. La suddivisione interna di ogni tipo di scomparto può essere affidata a divisori in filo d'acciaio, rimovibili e di facile pulizia. Gli armadi possono assolvere allo stesso compito, impilando nella parte inferiore le pentole.

Per oggetti più leggeri ed alimenti
 
La parte superiore dell'armadiatura, così come la parte più bassa dei pensili situati sopra lavello e piano cottura, saranno utili alla sistemazione di oggetti più leggeri e di uso quotidiano, come piatti, bicchieri e barattoli per lo zucchero, il caffé, il sale o le spezie.
Accanto a questi ultimi trovano il loro spazio ideale anche gli alimenti. In questo caso, in entrambe le soluzioni, è meglio optare per ante non trasparenti, perché alcuni di questi si conservano correttamente solo se non esposti alla luce diretta.
Per oggetti più leggeri ed alimenti
 
Alloggiare gli accessori più piccoli sembrerebbe più semplice. L'idea perfetta è quella di contenerli in cassetti attrezzati con vassoi e contenitori dotati di scomparti già predisposti. Così, invece di riempire il piano di lavoro di portacoltelli o contenitori vari, ogni categoria può trovare una sua sistemazione fissa nel luogo predisposto: i coltelli inoltre si conservano meglio in vani di legno, all'interno dei quali non subiscono urti e non sfregano l'uno contro l'altro. Accanto (o sotto, in un altro cassetto) possono trovare posto gli utensili per la pasta, quelli per la preparazione dei dolci, e così via, in fila, ben visibili e non accatastati.
Temi e prodotti correlati
Scopri altri articoli legati a queste tematiche e i prodotti di cui abbiamo scritto
Iscriviti alla newsletter
Vuoi ricevere direttamente al tuo indirizzo di posta elettronica newsletter sul mondo Scavolini?