Forno & Fornelli

Elettrodomestici

Design, funzionalità, sicurezza e risparmio energetico

Elementi per la cottura all'avanguardia nelle nostre cucine: piani cottura e forni (ma anche frigoriferi, lavastoviglie e lavatrici) proposti in una vasta gamma e realizzati dalle più prestigiose case produttrici.

Il primo esempio di cucina moderna con piano cottura e forno è senz’altro la cucina economica. Alimentata a legna o a carbone si è vista poi sostituire da cucine a gas o elettriche che, in un’unica apparecchiatura, comprendevano sia il forno che i fuochi. Oggi sono disponibili piani cottura e forni separati, incassati all’interno dei mobili che ci consentono di utilizzare in modo razionale lo spazio e che riescono a creare nell’ambiente un insieme omogeneo e molto funzionale.
I piani cottura si differenziano  per numero di fuochi e tipologia di funzionamento; smaltati, in acciaio o in vetroceramica, con bruciatori rapidi, semirapidi e ultrarapidi particolarmente efficienti e sicuri, progettati per soddisfare le più varie abitudini di cottura; con nuove griglie che garantiscono un appoggio stabile e spostamenti in totale sicurezza; con soluzioni ad angolo, con bistecchiera, pesciera, friggitrice, grill, piastra in vetroceramica o bordi ferma-acqua. I forni possono avere oggi fino a 8 combinazioni di cottura ed essere interamente programmati, autopulenti e capaci di rendere perfino innocua la presenza di un bambino. 
Fuochi al centro!
La tendenza delle cucine moderne è di collocare i fuochi al centro, unici protagonisti di isole o penisole attrezzate. Soprattutto in ambienti aperti, il piano cottura al centro implica, nella maggior parte dei casi, che chi cucina si troverà faccia a faccia con le altre persone presenti, dando le spalle all'area in cui normalmente sarebbe stato confinato, e potrà:
> parlare con gli ospiti mentre cucina;
> condividere l'attività del cucinare e farne un atto di coesione sociale;
> avere maggiore spazio a disposizione e liberare la creatività.

I materiali
Acciaio: non utilizzare nulla di abrasivo, evitare di appoggiare cucchiai o mestoli bagnati per lungo tempo sul piano cottura. Nel caso di macchie e di unto una spugna bagnata con dell'aceto bianco aiuterà a risolvere il problema senza alcuna fatica. Ricordatevi sempre di asciugare con un panno pulito o in microfibra.
Vetroceramica: si possono utilizzare detersivi adatti alla pulizia dei vetri ed evitare prodotti abrasivi. Non lasciare per troppo tempo macchie di cibi ricchi di zuccheri, con il calore si potrebbero cristallizzare sul piano. Non utilizzare mai posate o utensili d'acciaio per rimuovere residui di cibo attaccati.
Smaltato: si pulisce con una normale spugnetta e con del detersivo per piatti. Unico accorgimento: attenzione a non utilizzare oggetti contundenti e a non strisciare il piano con pentole roventi. Gli urti potrebbero infatti far saltare parte del rivestimento smaltato. Cristallo: utilizzare dell'acqua con del sapone delicato ed utilizzate la pelle di daino per sciacquare ed asciugare. Se avete incrostazioni vecchie ammmorbiditele con dell'acqua tiepida.
Tutto sui forni!

Statici e Ventilati - Nel forno elettrico tradizionale la cottura avviene solo grazie alle due resistenze (una inferiore ed una superiore), usate simultaneamente o alternate, a seconda della pietanza infornata: questi sono i forni statici. Nei forni ventilati, oltre alle resistenze, è presente anche una ventola che, entrando in funzione, fa circolare forzatamente il calore all'interno, espandendolo in modo uniforme. Così la cottura risulta omogenea e rapida e si possono infornare e cuocere contemporaneamente pietanze diverse senza il pericolo di mescolare i sapori.

Multifunzione - questi forni si caratterizzano per le numerose funzionalità: microonde, cottura a vapore, grill, cottura per la pizza, programmi di cottura rapida o di scongelamento dei cibi (in questo caso entra in funzione solo la ventola, che fa circolare l'aria a temperatura ambiente), e così via.

Pulizia. E' normale che, durante le normali operazioni di cottura, il grasso delle pietanze evapori e aderisca allo smalto delle pareti e agli altri elementi interni del forno. Oltre ai problemi legati all'igiene e all'insorgere dei cattivi odori, questo processo, a lungo andare, ostruisce i punti in cui viene emanato calore, provocando un deterioramento delle prestazioni dell'elettrodomestico. Per questo è molto importante mantenere sempre accuratamente pulito il proprio forno. Per i forni più datati è necessario utilizzare per la pulizia comuni detergenti mentre, quelli di ultima generazione, sfruttano la forza del calore che riduce in cenere lo sporco.

Temi e prodotti correlati
Scopri altri articoli legati a queste tematiche e i prodotti di cui abbiamo scritto
Iscriviti alla newsletter
Vuoi ricevere direttamente al tuo indirizzo di posta elettronica newsletter sul mondo Scavolini?