La cucina ideale secondo i sensi

Vivere la casa

Scegliere gli elementi che appagano vista, udito, tatto e olfatto

Non solo gusto, ma anche vista, olfatto, tatto e udito.
Sai che un ambiente cucina può stimolare positivamente anche tutti gli altri sensi?
Scopri quali sono gli elementi che li appagano e come sceglierli in modo da massimizzare il comfort sensoriale.

Un mobile può essere non solo bello da vedere, ma anche piacevole da toccare.

Le texture dei materiali ha un'importanza pari a quella del colore.

L'aspetto armonico
La bellezza delle forme, la cromia e l'ordine sono tutti fattori che possono stimolare positivamente la vista.
A questo proposito sarà importante pensare l'ambiente in modo che sia adatto ai tuoi gusti personali ed equilibrato visivamente.
Se devi arredarlo ex-novo puoi provare a individuare un tema cromatico (uno/due colori di base e alcune loro varianti) in modo da creare un insieme armonico tra i vari elementi.
Altrimenti puoi cercare di 'armonizzarlo' cambiando i colori di complementi, accessori e pareti in modo che si accostino meglio ai mobili della cucina.
L'importanza del silenzio
Pensa a quando hai voglia di rilassarti dopo cena ma devi accendere una lavastoviglie rumorosa, oppure hai appena cucinato per i tuoi ospiti ma il ronzio della cappa infastidisce la vostra convivialità.
Perché il tuo ambiente sia garanzia di benessere non potrai trascurare l'importanza di questo senso.
Per un comfort uditivo sarà importante scegliere elettrodomestici minimamente rumorosi.
Come capirlo? Basta controllare le etichette energetiche dove è indicato, in decibel, il livello di rumorosità.
Toccare con mano materiali
Un mobile può essere non solo bello da vedere, ma anche piacevole da toccare.
Le texture dei materiali ha un'importanza pari a quella del colore.
Tutti i materiali - dal vetro al legno, dall'acciaio alla ceramica - possono offrire sensazioni delicate e piacevoli.
Sta a te scoprire qual è quello adatto a te, in grado di trasmetterti una sottile seduzione tattile.
Aromaterapia
Se pensiamo ai profumi della cucina, ci vengono in mente subito quelli dei cibi.
Quando non ci sono dolci e biscotti a profumare l'ambiente, è possibile ricorrere a qualche essenza speciale.
L'importante è non abbondare con le quantità e scegliere una tipologia fresca e leggera, perché se è troppo forte potrebbe alterare sapori e odori.
Puoi provare ad aggiungere qualche goccia d'essenza profumata nelle vaschette del termosifone: le migliori, anche se vuoi semplicemente eliminare odori sgradevoli, sono arancio, bergamotto, pompelmo e limone.
Temi e prodotti correlati
Scopri altri articoli legati a queste tematiche e i prodotti di cui abbiamo scritto
Iscriviti alla newsletter
Vuoi ricevere direttamente al tuo indirizzo di posta elettronica newsletter sul mondo Scavolini?