Mobili cucina: la tendenza delle basi ad altezza ridotta

Progettazione

Alla scoperta di elementi ispirati al soggiorno

Tra le tendenze più gettonate degli ultimi tempi ci sono le basi ad altezza ridotta.
Scopriamone alcune insieme.

Elementi, che si sviluppano in larghezza anziché in altezza, modernizzano l'arredamento cucina

Possono servirti come piani di appoggio, di contenimento o come ulteriore spazio dove collocare oggetti a vista.

In un'ottica d'integrazione estetica tra stanze della casa, sempre più le cucine moderne prevedono anche armadi o altri elementi di contenimento inediti per questo ambiente.
Tra le tendenze più gettonate degli ultimi tempi ci sono le basi ad altezza ridotta.
Scopriamone alcune insieme.

Le basi ad altezza ridotta, ispirate a soluzioni tipiche del soggiorno, sono pensate sia per ambienti open space che per completare in modo creativo l'arredo della cucina.
Questi elementi, che si sviluppano in larghezza anziché in altezza, modernizzano l'arredamento cucina e possono servirti come piani di appoggio, di contenimento o come ulteriore spazio dove collocare oggetti a vista.
Sono perfette anche per alloggiare impianti hi-fi e televisioni, ma anche lampade, libri o quadri.
Ma la tendenza non è tutta qui: le basi basse si accordano in maniera creativa agli elementi funzionali della cucina, creando composizioni inedite.
Una delle peculiarità distintive di queste soluzioni è la scelta di interessanti dislivelli che raddoppiano gli spazi creando maggiore funzionalità.
Un esempio è la foto sopra a sinistra, dove la base bassa continua in modo creativo il piano di lavoro della cucina.


Nel caso a destra invece il modulo contenitore basso sottostante il tavolo valorizza l'estetica e moltiplica la funzionalità e lo spazio di contenimento a disposizione.
Temi e prodotti correlati
Scopri altri articoli legati a queste tematiche e i prodotti di cui abbiamo scritto
Iscriviti alla newsletter
Vuoi ricevere direttamente al tuo indirizzo di posta elettronica newsletter sul mondo Scavolini?