Seleziona la tua lingua:
Trova Rivenditore Servizi Post-Vendita
Arredare il bagno: ecco come organizzare lo spazio
Magazine

Arredare il bagno: ecco come organizzare lo spazio

Progettare la zona bagno è un’arte senza più segreti! Tutti gli accorgimenti per un ambiente curato al meglio.

Arredare il bagno, organizzare la zona lavanderia e trovare il giusto equilibrio tra funzionalità ed estetica è un lavoro certosino che può offrire tanta soddisfazione. Basta conoscere i passaggi “obbligati” da seguire e progettare il bagno diventerà un divertente gioco di incastri e abbinamenti personalizzati! Conosciamo in dettaglio come muoversi per creare un ambiente accogliente e da copertina.

Un colpo d’occhio elegante

 

Progettare il bagno in modo efficace comporta tante decisioni: organizzare gli ingombri, valutare la funzionalità e scegliere lo stile, per menzionare quelle principali.
La disposizione e gestione degli elementi d’arredo, grandi o piccoli che siano, permette di creare un ambiente elegante e ordinato.

 

Questo è un obiettivo sempre valido nel design, ma ancor più per la zona bath, dove la pulizia dovrebbe essere il focus sin dal primo passo, appena aperta la porta della stanza.

 

Ecco perché i sanitari, soprattutto wc e bidet  non dovranno risultare subito visibili, soprattutto per l’idea di intimità e riservatezza che comunicano. Cosa mettere in bella vista? Via libera al mobile lavabo in primo piano, o alla doccia o vasca, per creare da subito un’atmosfera di relax. Anche in bagno, dopotutto, l’occhio vuole la sua parte!

Indispensabili accessori

 

Per completare e arredare il bagno è importante tenere in considerazione l’illuminazione. Esistono differenti luci, come quella indispensabile per l’ambiente e quella supplementare, come è il caso di quelle integrate nello specchio o nella specchiera. Queste ultime fungono da punti luce supplementari e perciò non costituiscono un supporto sufficiente di per sé.

 

La stanza della bellezza può dirsi funzionale con gli indispensabili accessori pensati per rendere ogni bagno efficiente in modo unico. Laundry Space offre tante soluzioni che permettono di ottimizzare gli spazi della zona lavanderia, creando un ambiente armonioso ed elegante: cestoni portabiancheria, mensole e barre portaoggetti o porta-salviette, cassettiere con ruote da posizionare a piacere, ganci appendiabiti, mobili multifunzione che ospitano un asse da stiro estraibile o a scomparsa e molto, molto di più. Non c’è limite alle possibilità per progettare il tuo bagno ideale!

Occhio all’altezza

 

Quanto è bello arredare il bagno ispirandosi alle riviste e alle foto su Internet! Eppure la progettazione non è sempre un gioco semplice perché è strettamente legata alle caratteristiche della stanza e alla posizione delle tubazioni, fondamentali in questo ambiente.

 

Partiamo, a esempio, dal mobile lavabo: un arredo “polifunzionale” e ampiamente personalizzabile, per il quale si possono scegliere diverse soluzioni di apertura di ante e cassettoni, oltre a molteplici modelli di lavabo.

 

Esistono diverse proposte di lavabo per il bagno: incassato, semi-incassato o da appoggio sopra al mobile. In base al modello scelto, anche il mobile che lo ospita viene installato a una specifica altezza per poter accogliere al meglio la sua funzione: la posizione del mobile viene calcolata a partire dal “filo d’acqua” (a circa 85 cm da terra) e dalle preferenze di chi lo utilizzerà ogni giorno.

Un lavabo integrato nel mobile non avrà la stessa posizione di uno d’appoggio. Se progettare il tuo bagno prevede un lavabo in appoggio, il piano sarà quasi sempre asciutto e potrà ospitare anche arredi che non vivono bene con l’acqua. Qui la superficie di appoggio sarà più bassa rispetto ad altre soluzioni, per poter posizionare il lavabo alla giusta altezza. Al contrario, il mobile viene posizionato più in alto per poter utilizzare correttamente il lavabo a incasso o semi-incasso.

 

In base alle dimensioni dell’ambiente, anche le aperture del mobile lavabo e della doccia dovranno necessariamente essere valutate per non intralciare il passaggio: le ante possono aprirsi a battente o a scorrimento, mentre i cassetti necessariamente si aprono in direzione opposta al mobile. A fare la differenza è proprio la scelta o meno di utilizzare cassetti o ante, in quanto queste due tipologie prevedono ingombri e funzionalità peculiari. Nei cestoni, inoltre, è da considerare che il cassetto è visibile sia da sopra che, spesso, dal fianco o da davanti. Con questi arredi vengono in aiuto organizers e contenitori per mantenere tutto in ordine!

Come hai deciso di arredare il tuo bagno? Scopri tutte le soluzioni Scavolini presso i rivenditori autorizzati!

Home
Magazine
Progettazione
Arredare il bagno: ecco come organizzare lo spazio