Seleziona la tua lingua
Italia
Stati Uniti

Il tuo relax quotidiano

Consigli per arredare

Come scegliere fra tante soluzioni di sistemi doccia, il modello giusto per noi?

I sistemi doccia, sono sempre più spesso veri e propri alleati del nostro benessere. Grazie a loro chiudiamo fuori per qualche minuto la frenesia di ogni giorno e ci lasciamo cullare dalla dolcezza e rumore dell’acqua che scorre e ci rinfresca, soprattutto in questi caldi mesi estivi.

Prima dell’acquisto ci può essere utile conoscere gli step e gli elementi essenziali per creare la zona doccia. Ecco i principali: prendere le misure, segnare la posizione dello scarico e individuare con l’idraulico il punto di installazione per definire la possibile sagoma della doccia; valutare forma, dimensioni e materiale del piatto doccia e la tipologia di installazione; scegliere il tipo di soffione o colonna doccia da installare, e il genere di apertura del box doccia.

 

Piacere esclusivo

Per questioni di spazio, nel caso di un bagno piccolo, o per scelta stilistica, una delle soluzioni è rappresentata dai sistemi doccia da collocare in una nicchia dell’ambiente bagno.


Potete scegliere diverse soluzioni: un’unica parete con possibilità di chiusura con anta vetro a battente, scorrevole, pieghevole, soffietto e separet. Il vetro delle ante deve essere temperato, un particolare trattamento termico che aggiunge sicurezza al total relax!

 

Apertura al benessere

La doccia “walk in”, senza porta e con pareti fisse in cristallo o vetro temperato, è una soluzione molto di tendenza.
Una scelta minimale e di grande impatto estetico, che regala piacevoli sensazioni di libertà e notevoli vantaggi. È ideale per bagni piccoli e per gli ambienti che si sviluppano in lunghezza, perché riduce gli ingombri e offre una maggiore abitabilità della cabina.

Può avere tre diverse tipologie di configurazione: ad angolo, con due pareti in muratura e una in vetro; con due pareti in vetro e una a muro oppure può avere un’unica parete parallela al muro e due aperture laterali. Il piatto doccia ideale da abbinare è a filo pavimento, per una maggiore pulizia formale, accessibilità e praticità di utilizzo.

 

Uno e più piatti doccia

Il più tradizionale è il piatto doccia in appoggio, rialzato rispetto al filo pavimento, mentre per un ambiente dal design più contemporaneo il piatto doccia a filo pavimento crea una continuità di superfici molto elegante, ed è molto pratico perché facile da pulire. Il piatto doccia a incasso è una soluzione intermedia: è parzialmente inserito nel massetto ed è leggermente sporgente rispetto al pavimento.

Per quanto riguarda i materiali è possibile scegliere, anche in armonia con gli altri sanitari della zona bagno, fra la ceramica, il Mineralmarmo® e le “solid surface” quali il Cristalplant® per creare un’esperienza tattile “soft” unica, avere superficie compatta e impermeabile e un’elevata igienicità.

 

Trova le proposte di arredo bagno e i sistemi doccia che fanno per te!

 

Temi e prodotti correlati
Scopri altri articoli legati a queste tematiche e i prodotti di cui abbiamo scritto
Iscriviti alla newsletter
Vuoi ricevere direttamente al tuo indirizzo di posta elettronica newsletter sul mondo Scavolini?